eng
eng
Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational
Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
success
fail
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational
Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I° grado
Prenota un percorso Educational
Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II° grado
Prenota un percorso Educational
Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Invia la tua richiesta per una visita guidata alla Fondazione Pirelli

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Digita qui il testo da cercare nel sito di Fondazione Pirelli
Tutti al mare! Le vacanze degli italiani sulla rivista “Pirelli”

Vacanze estive. Parola che irrompe nell’Italia del Dopoguerra, a scandire il passaggio verso una nuova era di benessere e di “tempo liberato”. Prima si chiamava “villeggiatura”e portava alla mente il buen ritiro degli intellettuali e la casa vacanze di famiglia. Ora tutto è cambiato: in vacanza ci si va per due settimane, caricando la Seicento e via verso la pensione familiare “tutto completo”.  La rivista “Pirelli”, che nasce alla fine del 1948, non poteva non riservare uno sguardo sempre attento e puntuale al fenomeno delle vacanze estive degli Italiani: ne seguirà l’evoluzione passo passo, dalla famiglia sull’utilitaria fino allo zaino in spalla degli anni Settanta.

Già il racconto Vacanze in Versilia di Eugenio Montale, sulla rivista n° 4 del 1949, è un divertente reportage del grande poeta alla prese con il crescente turismo popolare sembra il paradigma di questo passaggio epocale. Come è nello spirito precursore della Rivista, ben presto inizia sul magazine l’analisi critica del fenomeno: Turismo vena d’oro, di Ignazio Scurto (n° 4 del  1950), apre il dibattito sull’inadeguatezza delle strutture ricettive italiane di fronte al crescere della richiesta di consumo turistico. Gli italiani hanno cominciato a muoversi, e hanno voglia di “conoscere l’Italia per riconoscere se stessi”: lo si afferma in Conoscere il nostro paese e conoscersi, articolo a firma “G.P.” pubblicato sulla rivista n° 3 del 1951. Irrompono parole nuove. Una di queste è “motel“, che sta per motor-hotel ed è tanto diffuso in America quanto ancora sconosciuto in Italia; delle strutture alberghiere che facilitano il turismo itinerante su quattro ruote  -e di come da noi si chiamino all’inizio pionieristicamente “Jolly Hotels”– parla Franco Vegliani sul n° 4 del 1953. Altro ribaltamento in chiave modernista di un antico mito: il campeggio. Un tempo disciplina per pochi arditi, armati di piccozza e scarponi, ora è libertà di montare la propria “casetta di tela” in riva al mare e poter stare in costume da bagno da mattina a sera: Turismo in libertà di Giovanni Mira, sempre sul n° 4 del 1953, ne è la lampante conferma. L’Italia si accorcia, d’estate. Le isole che  – nel lungo e appassionato articolo di Bartolo Cattafi sul n° 3 del 1955 – apparivano così lontane, disperse nel Mediterraneo, ora sono a portata di una vacanza estiva in auto: Egadi, Eolie, Lipari, Marettimo… E allora perchè non andare in campeggio a Palinuro, come suggerisce sulla rivista n° 3 del 1956 Andrea Giovene, o a mangiare l’aragosta a Ponza su invito di Franco Fellini (pseudonimo di Giovanni Pirelli), che scrive sullo stesso numero del magazine? Nel frattempo sta cambiando il “costume” anche in senso letterale: complice il filato Pirelli Lastex, l’articolo Donne al mare di Gianna Manzini – sempre estate 1956 – è un inno alla vacanza in “pieno sole” e alla futura rivoluzione femminile.

La parola “vacanze” lascia il posto alla più aziendalista “ferie” nell’articolo Turismo minore in un paese del suddi Antonio Terzi, sulla rivista n° 5 del 1956. Le prime due settimane d’agosto rischiano di diventare una fonte di stress: i primi dubbi li esprime Silvio Magrini in un articolo del 1959. Profezia? Forse: lo conferma Giovanni Arpino in Come riempiremo il tempo vuoto? nel n° 6 dello stesso anno.

Chiudiamo questo breve panorama sulle vacanze degli italiani viste da Pirelli con il gioioso, colorato e appassionato articolo Un guscio per l’estate, scritto da Fausto Malcovati per le fotografie di Rodolfo Facchini e Fulvio Roiter sul n° 9 del 1968. I “gusci” sono i “bungalows”  -parola antiquatissima-  progettati dall’architetto Roberto Menghi per il villaggio Touring della Maddalena, in Sardegna. Le barche solcano il mare dorato di Caprera, mentre la comitiva a dorso di mulo attraversa la spiaggia di Cala del Cefalo, a Marina di Camerota. Le ragazze sugli scogli ricordano le protagoniste del celebre Calendario Pirelli, nel 1968.

IMPORTANTI INFORMAZIONI SUI COOKIE

Questo Sito utilizza Cookie di profilazione di terze parti, per inviarle pubblicità in linea con le sue preferenze.
Se vuole saperne di più o negare il consenso all’utilizzo di tutti o di alcuni Cookie può consultare la nostra Cookie Policy.