ita
ita
Accedi all’Archivio online
Esplora l’Archivio online per trovare fonti e materiali. Seleziona la tipologia di supporto documentale che più ti interessa e inserisci le parole chiave della tua ricerca.
  • Documenti
  • Fotografie
  • Disegni e manifesti
  • Audiovisivi
  • Pubblicazioni e riviste
  • Tutti
Assistenza alla consultazione
Per richiedere la consultazione del materiale conservato nell’Archivio Storico e nelle Biblioteche della Fondazione Pirelli al fine di studi e ricerche e conoscere le modalità di utilizzo dei materiali per prestiti e mostre, compila il seguente modulo.
Riceverai una mail di conferma dell'avvenuta ricezione della richiesta e sarai ricontattato.

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Prenota un percorso Educational
Seleziona il grado di istruzione della scuola di appartenenza
  • Scuola Primaria

  • Scuola Secondaria di I grado

  • Scuola Secondaria di II grado

  • Università

Back
success
fail
Scuola Primaria
Prenota un percorso Educational
Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di I° grado
Prenota un percorso Educational
Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Scuole secondarie di II° grado
Prenota un percorso Educational
Seleziona il laboratorio che ti interessa e il giorno
Inserisci i dati richiesti, il nostro team confermerà la disponibilità via mail

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Back
Università
Prenota un percorso Educational

Vuoi organizzare un percorso personalizzato con i tuoi studenti? Per informazioni e prenotazioni scrivi a universita@fondazionepirelli.org

Visita la Fondazione
Invia la tua richiesta per una visita guidata alla Fondazione Pirelli

Dichiaro di avere preso visione dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati personali, e ai sensi dell’art. 6 del GDPR autorizzo la Fondazione Pirelli al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi descritte.

I campi contrassegnati con * sono obbligatori
Type here to search the Pirelli Foundation website

1948-1956 Graphic artists and illustrators for industrial culture

Curated by Leftloft

“Pirelli magazine is notable for the particular attention it pays to culture, in all its forms: literature, contemporary figurative arts, theatre and cinema, science and technology. A lively, active culture that, from places of learning and ideas (universities, publishing houses, and newspapers), ventures into the everyday life of companies, cities, and a society on the move.”  Antonio Calabrò

 

Pirelli magazine was launched in 1948 with a mission that made it quite different from other company house organs – such as Adriano Olivetti’s Comunità – in terms of both its subjects and its readership. Gian Arturo Ferrari writes: “At least from 1949 onwards, Comunità appeared with the typical graphic style and allure of a magazine of high culture, whereas Pirelli immediately and deliberately adopted the look of a popular monthly, and thus with an eye on current affairs. While the readers of Comunità were intellectuals, those of Pirelli were to be the evolved urban middle class that was spearheading the Reconstruction at the time, and that would go on to lead the way in what became known as the ‘Italian miracle’. The graphic design therefore had to reflect that of other popular magazines.” Arturo Tofanelli, the editor-in-chief of Pirelli magazine and the former editor-in-chief of Tempo, one of the most widely read periodicals just after the war, imposed a graphics policy in line with the zeitgeist of the publishing world of the time. The covers by the photographer Federico Patellani show the faces of sports heroes (from Nuvolari to Coppi and Bartali, Ascari and Zeno Colò, Fangio and Enzo Ferrari), the faces of science (Enrico Fermi), of architecture (Pier Luigi Nervi and Gio Ponti), and of design (Dante Giacosa), with some concessions to in-house heroes such as the Engineer Emanueli, whose phrase “Adess ghe capissarem on quaicoss: andemm a guardagh denter (“Now we’ll understand something, let’s go and look inside”) still greets those who enter the Pirelli Foundation, asserting the pioneering spirit of the company’s business culture. The editorial aims and the themes of industrial culture are reflected in the graphic design of the layouts, which also adopt the measures and stylistic elements of the publishing world. The pages change their look between one article and the next, using different columns and type areas to give rhythm to the feel of the magazine. It is a magazine with lots of words and lots of pictures. The works of great photographers alternate with illustrations by such famous names as Fulvio Bianconi and Marcello Nizzoli.

Directors of Pirelli magazine

IMPORTANT INFORMATION ABOUT COOKIES

This website uses third-party profiling Cookies in order to send you advertisements corresponding to your preferences.
If you would like to obtain more information or refuse your consent to use of all or some of the Cookies, you may consult our Cookie Policy.